News

Regolamento Completo 2023. Cosa cambia


E’ in vigore da ieri 9 febbraio il nuovo Regolamento di Completo, con diverse novità. Alcune dettate dalle necessità espresse dagli istruttori sul campo, altre da adeguamenti al Regolamento FEI e altre ancora per cercare di migliorare sempre la nostra disciplina.

REGOLAMENTO NAZIONALE CONCORSO COMPLETO EDIZIONE 2023

La prima grande novità è la variazione dei nomi delle categorie, che semplificheranno la vita a tutti. La questione è molto semplice. Rimangono invariate le categorie dalla CN1* a salire.

NUOVA
DENOMINAZIONE
VECCHIA
DENOMINAZIONE
CNP40 Welcome AWelcome A
CN40 Welcome A/BWelcome A/B Cavalli
CNP40 Welcome A/BWelcome A/B Pony
CN60Invito
CN80Categoria 1
CNP80Pony Base
CN90(nuova categoria)
CNP90(nuova cat pony)
CN100Categoria 2
Rimane CNP1*CNP1*
Nuove denominazioni categorie completo

Già alla prima modifica ci accorgiamo quindi della nuova categoria di altezza 90, che sarà di transito tra le ex categorie 1 e 2. Ovviamente rimangono in Regolamento le categorie Giovani Cavalli per ogni categoria. I cavalli di 4 anni, nel primo periodo, potranno partecipare alle categorie CN80 e CN90, mentre nel secondo periodo possono approdare alle categorie CN100.

Art. 30 Ordine e orario di partenza della prova di Cross Country
Si ricorda che la documentazione può essere distribuita anche in maniera multimediale, viene sostituito il dettaglio dell’addetto alle partenze e si ricorda che, indipendentemente dalla presenza di buttafuori, addetto o steward, l’atleta rimane sempre responsabile per quanto riguarda il suo orario di partenza.

Art. 35 Classifica finale individuale
Direttamente dal nuovo Regolamento FEI è stata introdotta una nuova variabile da prendere in considerazione in caso di ex aequo. Dopo il risultato della prova di cross e chi si avvicina di più al tempo prescritto, viene inserito: In caso di ulteriore parità, la classifica viene decisa a favore dell’Atleta con il maggior punteggio positivo di Dressage.

Art. 54 Cross Country
La familiarizzazione del laghetto è sempre limitata alla CN80 (ex cat. 1), mentre è stata normata la tenuta del cavaliere, che deve indossare il pettorale con il numero di gara e il corpetto protettivo oppure il paraschiena.

Art. 59 Frusta
E’ stata aggiornata la misura della frusta per il dressage, che ricordiamo essere permessa nella categorie CN40 e CN60 con le seguenti specifiche
– atleti su pony classe A (altezza max 117,99 cm – oppure 118,99 cm con i ferri) = frusta cm 60 max
– atleti su pony classe B/C (da cm 118 senza ferri a cm a 149,9 con i ferri) = frusta cm 100 max
– atleti su cavallo = frusta cm 120 max

Art. 62 Tenuta per la prova di Dressage
E’ stato evidenziato che nel dressage è obbligatorio l’uso della giacca, mentre rimane l’eccezione per le categorie fino alla CN60. Stessa precisione anche per il salto ostacoli (Art. 64).
Viene specificata la norma relativa agli stivali che devono un tacco definito per evitare che scivolino dentro la staffa.
E’ stata anche inserita una ammenda di 20 € per chi non rispetta la regola dei capelli legati, sempre legato a un fattore di sicurezza.
Per la tenuta estiva (Art. 65) viene specificato che la tenuta estiva può prevedere anche il plastron o colletto a pistagnina.

Art.66 Uso della video camera e dispositivi di comunicazione elettronica
Nuovo articolo: 66.2 Durante qualsiasi sessione di esercizio in campo prova o campo di lavoro e nel warm up o
familiarizzazione, gli atleti o I groom possono indossare un solo auricolare mentre sono in sella. Auricolari e/o altri dispositivi di comunicazione elettronica (ad eccezione dei dispositivi medici, ad esempio apparecchi acustici) sono severamente vietati in tutti i campi di gara e tale utilizzo è penalizzato con l’eliminazione.

Art.69 Bardatura per la prova di Dressage
Viene specificato che i tappi nelle orecchie sono permessi solo durante l’ispezione dei cavalli e durante le premiazioni. I copriorecchie NON devono essere attaccati alla capezzina. Dal 2023, in adeguamento alla FEI, sono permesse anche in dressage le reti per il naso.

Art.70 Bardatura ed imboccature per la prova di Cross Country e di Salto Ostacoli
E’ stato abolito l’articolo che induceva in confusione: 70.1 La bardatura e le imboccature per la prova di Cross Country e di Salto Ostacoli sono libere.

Art.76 Perdita di conoscenza o commozione cerebrale
Viene eliminato l’articolo che riguardava la gestione degli incidenti nella gare successive.

Art.77 Monta pericolosa
Viene eliminato l’articolo che indicava come possibile monta pericolosa il terminare il cross con 30 secondi di anticipo sul tempo prescritto.
Dal 2023 anche il Disegnatore di Percorso ha il diritto di monitorare eventuali casi di monta pericolo riferendolo alla giuria e/o delegato tecnico.

Art.102 Segnaletica del percorso
Viene tolto l’articolo di raccomandazione circa l’uso delle bandierine flessibili.

Art.105 Superamento del tempo prescritto
Nuova formula per il calcolo delle penalità sul tempo delle categorie CN40 Welcome: per ogni secondo iniziato in più rispetto al tempo prescritto nella prova di Cross Country vengono assegnate 0,4 penalità. Superati i 15 secondi dentro il tempo prescritto, vengono assegnate 0,4 penalità ad ogni secondo iniziato. (16 sec. 0,4 pen., 17 sec. 0,8 pen. e così via).

Art.125 Caduta del cavallo
Viene riscritto l’articolo con le specifiche come da FEI:
125.1 Un cavallo è considerato caduto quando la spalla e l’anca del cavallo toccano entrambi contemporaneamente il terreno o l’ostacolo e il terreno o quando è incastrato in un ostacolo in modo tale da non poter procedere senza assistenza o rischiando di ferirsi.

Art.127 Piede a terra
Viene specificato che Durante la gara interrotta il cavaliere può essere supportato dal suo staff.

Art.130 Binomio eliminato nella prova di Cross Country
130.1 Il binomio eliminato per qualsiasi motivo deve lasciare immediatamente il percorso e non ha
diritto di continuare la prova. L’inottemperanza a tale disposizione è punita con una sanzione (vedi art. 141).

Art.144 Partecipazione
144.3 A livello nazionale, i Campionati, Criterium e Trofei possono aver luogo se il numero dei
partenti è uguale o superior a 3 (tre).

Art.145 Nomina degli Ufficiali di gara
Dal 2023 il Presidente di Categoria viene nominato dal Comitato Organizzatore e non più dalla Federazione/Comitato Regionale

Art.146 Giurisdizione degli Ufficiali di gara
La giuria prende visione del percorso di Cross Country, mentre nelle gare di tre giorni deve ispezionare i percorsi della prova di Cross Country, insieme al Delegato Tecnico e al Disegnatore di percorso (Art. 152.9)

Art.152 Giuria
Art. 152.11 – Il Giudice di Dressage può essere nominato Giudice Unico quando la prova di Salto Ostacoli è giudicata da un giudice di Salto Ostacoli e la prova di Cross Country dal Presidente delle Categorie oppure entrambe le prove dal Presidente delle Categorie.

E’ stata inoltre normata la presenza dei Cavalli al Seguito:

APPENDICE I
Cavalli al seguito

Art.205
205.1 – È consentito, previo accordo con il Comitato Organizzatore, portare uno o più Cavalli in lavoro durante una manifestazione, purché iscritti nei ruoli federali, con passaporto rinnovato per l’anno in corso (o altra autorizzazione prevista), in regola con le norme sanitarie vigenti.
205.2 – Potranno essere montati solamente da Cavalieri con autorizzazione a montare rinnovata per l’anno in corso. Se montati da Junior, l’Istruttore, che deve essere presente, ne diventa il Responsabile.
205.3 – I Cavalli al seguito potranno essere montati negli orari e nei campi indicati dal Comitato Organizzatore in accordo con il Delegato Tecnico.
205.4 – Potranno rientrare nel presente Articolo anche i cavalli iscritti alla gara, eliminati durante una delle prove. Se il binomio è stato eliminato per caduta con perdita di conoscenza e/o commozione cerebrale da parte del cavaliere, quest’ultimo non può montare a cavallo.
205.6 – Il Cavaliere e/o Ente Affiliato che iscrive il “Cavallo al Seguito” sarà responsabile del versamento della quota per il box e per l’uso impianti prevista, la cui entità sarà definita dal Comitato Organizzatore.
205.7 – Non è obbligatoria la presenza di servizi medico, veterinario, ambulanza, maniscalco, negli orari previsti per il lavoro dei cavalli al seguito.
205.8 – Non è prevista la supervisione da parte di Ufficiali di gara, salvo per la verifica dell’identità dei cavalli e atleti e la presenza dell’Istruttore in caso di Junior.
205.9 – I “Cavalli al Seguito” dovranno portare numero di testiera o di pettorale assegnato dalla segreteria.
205.10 I “Cavalli a Seguito” devono essere montati attenendosi al presente Articolo.

Anche la dotazione premi in denaro è stata inserita nel regolamento (gli anni scorsi era in un “libro” a parte), con delle novità sulla gestione del montepremi nelle gare internazionali in base al numero di partenti.

Sono state aggiornate le tabelle di imboccature, speroni, ecc e sono state aggiornate le tabelle ostacoli, altezze e velocità di cross e salto ostacoli, oltre all’Appendice H con le caratteristiche tecniche della prova di cross country

Scarica il regolamento cliccando sul link qui sotto:
REGOLAMENTO NAZIONALE CONCORSO COMPLETO EDIZIONE 2023

Categorie:News

Con tag:,,,

1 risposta »