News

MUSICA DI SOTTOFONDO DURANTE I CONCORSI


Tutti i comitati organizzatori hanno ricevuto in questi giorni una circolare della FISE che informa sul dovere di regolarizzare l’utilizzo di musica di sottofondo durante i concorsi. In sostanza il Segretario Generale ricorda la norma secondo la quale, se si vuole trasmettere musica in sottofondo, bisogna versare una quota alla SIAE. In fondo si può scaricare la circolare e quali sono le quote che un COMITATO ORGANIZZATORE dovrebbe versare.

Ora vediamo quale è invece la musica che può essere trasmessa senza l’impegno oneroso: si tratta di opere cadute in pubblico dominio. Dal Sito SIAE (nelle FAQ): “L’opera caduta in pubblico dominio è liberamente utilizzabile senza autorizzazione e senza dover corrispondere compensi per diritto d’autore. Ciò purché si tratti dell’opera originale e non di una sua elaborazione protetta”.

La definizione di Opera Caduta in Pubblico Dominio è riportata sempre sul Sito SIAE (nella FAQ): Quanto dura la tutela economica dell’opera? “Dura tutta la vita dell’autore e fino a 70 anni dopo la sua morte. Trascorso tale periodo l’opera cade in pubblico dominio. Nel caso di opere in collaborazione il termine si calcola con riferimento al coautore che muore per ultimo.” Vale a dire che potremmo mettere musica di artisti, deceduti prima del 1949, quindi che teoricamente e statisticamente hanno pubblicato nel 1900/1920… andando molto a spanne.

Googolando ho trovato che negli anni ’20 è stata pubblicata la canzone “Stella Stellina”, è stato costruito il primo spazzolino da denti, c’è stata la prima trasmissione radiofonica in Italia, è stata scoperta la Penicillina, nasce topolino (1927) e nasce il primo cinema sonoro, ovvero con suoni e voci…

Possiamo quindi dire che TUTTA la musica che diffondiamo nei concorsi è protetta da diritti SIAE.

Possiamo invece diffondere musica classica di grandi artisti: Verdi, Beethoven, Puccini, Mozart, Vivaldi… e quant’altro, a patto che siano opere originali e non remake e rielaborazioni più recenti.

Oppure paghiamo la quota dovuta e siamo in pace con tutto, senza problemi di sorta e in caso di controllo non possono fare multe. Attenzione alle modalità richieste da SIAE. Tutte le info a questo link (clicca qui)

Categorie:News