Concorsi internazionali

LE POUGET 2018


E’ terminato oggi quello che si può definire il completo di chiusura di stagione degli internazionali, a Le Pouget, in Francia. Vediamo chi dei nostri si è distinto nelle 4 categorie in programma. 

Miglior piazzamento è quello di Laura Epifani che sale sul gradino più basso del podio del CIC1* in sella a Cubito S. 37° dopo il cross, la sua grande rimonta è stata grazie al netto in salto e cross, per finire la gara con il suo score iniziale di 35,6. Nei primi 10 anche Matteo Orlandi con Plenty of Magic, 7° in classifica generale, dal 51° posto del dressage, con 37,20.Tantissimi gli italiani in questa categoria:
13° Guido Cecconi e Fernhill Quite a Lot con 40.5,
14° Angela Cortecchia con Be My Queen con 41.2,
17° Martina Carabelli Alomar con Lord Cavalier di Nicoletta con 46.5,
18° Matteo Arrighi con Levistus con 47.6,
22° Pietro Roman con Cavamiro con 50.3,
26° Asia Porrini con Fernhill Funtime con 55.0,
28° Martina Gaudenzi con Barnawee Mystic con 65.6,
32° Evelina Bertoli con Seashore Spring con 80.4,
37° Stefano Brecciaroli con MonbegExclusive con 91.7,
39° Giorgio Carbone con Laurus Nobilis con 111.2,
Purtroppo la nostra “punta di diamante” in piano Kessya Krutzler con Agapanto Africano non ha terminato il cross, e non hanno terminato la gara Francesco Aondio Bertero con Creevah Limited Edition, Simone Sordi con Innwah’s Miracle, Giulia Bonino con Bora del Vergante, Susanna Bordone con Walvis Bay, Matteo Arrighi con LVS Iowa, Stefano Brecciaroli con Bolivar Gio Granno e Pietro Roman con Vangelis Bornissois. Classifica

Anche nel CCI1* un bel piazzamento, subito al 5° posto per Lorenza Trombini con Venus de Bordenave, 37° dopo il dressage, netto in salto e cross e un recupero di ben 32 posizioni per terminare con 32,2. Rebecca Chiappero e Tornado accumulano 8 penalità in salto e 4 in cross per finire al 18° posto con 42,60, mentre al 20° troviamo Ludovica Vincenti con Hyasinthe con 42,7 e al 23° Ludovica Manzoli con Impact VT Plutoniahof con 43,4. Scendendo ecco gli altri italiani:
26° Andrea Cincinnati con Tempesta de la Folgore con 44,8,
49° Camilla Occleppo con Pintadera OK con 66.9,
51° Raffaele Mare con Bay Knight con 69.7,
58° Francesca Afruni con Catheryn con 81.6. 
Non hanno terminato Evelina Bertoli con Quick Joe e Francesco Aondio Bertero con Aglianico delle Fiocche. Classifica

Nel CCI2* il migliore azzurro in campo è stato Umberto Riva in sella a Falconn Sunheup Z che ha terminato la gara all’8° posto con il punteggio di 36.2, con soli tre secondi fuori dal tempo in cross. Nella stessa categoria troviamo anche Ludovica Manzoli con Ainsi D’Or, 32° con 63,00, netto in cross e salto ma con un fuoritempo da 29,2 penalità. Tre posizioni più sotto troviamo Carolina Silvestri con Dutchdaleo Z, 35° con 73,7 e Evelina Bertoli con Polly Pocket, 38° con 120,00. Classifica

Nel CIC3* Ludovica Manzoni e Pin Up de Mai sono il miglior  binomio nostrano nella “grossa” di Le Pouget; per lei 21° posto con 8 penalità in salto e 4,4 in cross, per terminare con 51,30. Indietro Pietro Roman e Cooley Well Connected, che termina con due fermate in cross con lo score finale di 102,6 in 39° posizione. Ritorno alla grande per la belga Karin Donckers con Fletcha che vince con 29,60. Anche qui diversi ritiri e non partiti in cross: Martina Valilà con Barnadown Whos Who e LVS Shiroko, Rebecca Chiappero con Quilando Z, Marco Cappai con Santal Du Halage, Lino Paparella con High Light e Andrea Cincinnati con Lapiroxx HB. Classifica