Concorsi internazionali

Il cross dei Pratoni, il fiore all’occhiello


Niente è più bello che galoppare ai Pratoni, io lo feci qualche anno fa, ehm, ormai molti anni fa e fu una cosa indescrivibile… soprattutto indescrivibile la sensazione di fare il cross al mattino presto con la nebbia, per fortuna che la nostra istruttrice Livia pretendeva che sapessimo il percorso per ogni metro… altrimenti non sarei arrivata alla fine… Vabbeh… a parte l’amarcord che scatta quando pensi ai tempi andati, vediamo come sono andate le gare al CERC oggi.

Nel CIC1* Pietro Roman mantiene la testa della classifica con il suo Cooley Well Connected con un bel netto in cross senza penalità per il tempo, tenendo il suo score su 25,60; Andrea Cincinnati con l’italiana Olimpia de la Folgore recupera una posizione ai danni della svedese Sofia Sjoborg che passa quarta con 1,60 penalità per il tempo. Sale sul podio provvisorio Alice Luciani con Sam B, sesta dopo il dressage, che recupera quindi tre posizioni, ed è stabile su 27,30. Miglior cross è stato quello di Mattia Luciani in sella a Good Luck che si è avvicinato di più al tempo prescritto ed è attualmente in 13° posizione. Il concorso di domani sarà decisivo perchè i primi 10 cavalieri sono racchiusi in una decina di punti e nessuno può permettersi errori agli ostacoli o per il tempo (ricordiamo che in completo si calcola 1 penalità per ogni secondo superato). Classifica

Nel CCI1* Jung e Wild Wave fanno un cross discreto, netto agli ostacoli ma fuoritempo con 12,40 per il tempo… ma quando finisci il dressage con 17,30 punti negativi te lo puoi anche permettere. Tanto da rimanere in testa dopo il cross con 29,70. Bel recupero per Pietro Roncuzzi con Saunderscourt Flying Lad, che passa da quinto a secondo grazie a un cross macchiato solo da 4,8 penalità per il tempo, per un totale di 34,50 punti negativi. Da settimo a terzo posto per Matteo Migliavacca con Fernhill More Like It che viaggia con 42,10 punti negativi, mentre Lino Paparella con The Chocolate Musketeer staziona in 4° posizione con il miglior cross del CCI1* con soli 3,20 punti di penalizzazione per il tempo. Eliminazione purtroppo per Betta Moranzoni e Crown Boy 2 che erano secondi dopo il dressage e lo stesso per la terza in dressage Faye Fullgraebe con Go For S. Classifica

Anche nel CIC2* non cambia il vertice della classifica: Rebecca Chiappero e Quilando finiscono con un bel netto con 4,80 per il tempo e si fermano a 35,50 punti negativi. Sale al secondo posto Nicolas Wettstein (ECU) con Meyer’s Happy con l’unico cross netto nel tempo con 37,20, mentre al terzo posto si assesta Lino Paparella con High Light: undicesimo dopo il dressage, netto in cross e solo 1,6 per il tempo per lui per partire in salto con 41,60. Classifica

Nel CCI2* tre netti e due ritiri. Allegra Ragaini in sella a Athina Quandolyn passa in prima posizione con sole 6 penalità per il tempo, la Attinger scende al secondo posto è Margherita Bonaccorsi è terza con 60,60 punti negativi.

JUNG_ROCANA_PRATONI_CHICCAFURIAPH_2018

Jung & Fischerrocana FST ai Pratoni

Il CIC3* è stata sicuramente la gara più seguita in assoluto, molti appassionati non vedevano l’ora di vedere l’alieno in azione e sono stati accontentati. Ottimo il percorso con Fischerrocana FST che mantiene la leadership nonostante le 17,6 penalità per il tempo, mentre con La Biosthetique Sam FBW ha gestito la gara con molta calma, probabilmente come un percorso di esercizio… (non oso immaginare niente di diverso per il binomio più forte del mondo) finendo in ottava quinta (rettificata) posizione con netto agli ostacoli e 45,20 per il tempo. A questo punto il polacco Pawel Spisak va ad occupare la seconda posizione con un totale di 40,50 mentre la terza meritatissima posizione provvisoria dopo il cross è quella di Fosco Girardi con Feldheger, settimo in dressage, con il miglior cross del CIC3*, con 10,40 per il tempo, il cavaliere delle Fiamme Azzurre si ritrova dietro a due cavalieri olimpionici e davanti a Stefano Brecciaroli, che rimane quarto con Byrnesgrove First Diamond con 43,40. Classifica

Ginevra Grizzetti mantiene il comando della categoria riservata pony CCIP1* nonostante le 9,2 penalità per il tempo (classifica) mentre nella grossa riservata ai pony Valentina Carabelli Alomar con Tabita Mystic Sundance guadagna la prima posizione con il miglior cross della categoria (classifica).

Nella Intro Level Kessya Krutzler non è più al comando a causa delle 12 penalità per il tempo che l’hanno fatta scendere in 10° posizione. Assume il comando Pietro Roman con Il Contrabbandiere con 30.60, seconda Costanza Mantici con Ashanti de la Ribiere con 31.80, terza Francesca Blasi con Achrima du Bary con 32,40, che ha fatto anche registrare il miglior cross della categoria con un bel netto nel tempo. Classifica