Badminton

Badminton 2017, if dreams came true, oh wouldn’t it be nice…


If dreams came true… forse non solo i “comuni mortali” hanno dei sogni nel cassetto… forse anche i grandi campioni ce li hanno, ma li sanno nascondere. L’edizione 2017 di Badminton è stata il sogno che si è avverato per alcuni e il sogno “spezzato” per altri.

Primo in ordine di affetto e di soddisfazione… Pietro Sandei! Il sogno ormai era quasi già richiuso nel cassetto, lista d’attesa interminabile e troppi pochi punti per essere là tra i primi “esclusi” dagli iscritti. Poi all’ultima ora, dell’ultimo giorno utile la bella notizia: si parte per Badminton. Il team Sandei è formidabile: il cavallo è già pronto e il van è già carico. Anche Pietro, Mouse e Francesca, la loro groom per l’evento, avranno la loro foto davanti alla “Big House” di Badminton!!!

Il giorno del dressage spegne un po’ gli entusiasmi, Pietro fa del suo meglio, ma Mouse è una macchina da guerra, non una ballerina… e il rettangolo gli va proprio stretto. Basta capovolgere la classifica per trovare il binomio primo, quindi ultimerrimo… ma il sorriso di Pietro la dice lunga sulle emozioni che sta provando, via il dente, via il dolore. Ora arriva il divertimento!!

SANDEI_MOUSE_BADMINTON_2017

Pietro Sandei e Mouse, grazie a Massimo Argenziano per la foto!!

Il cross di Pietro e Mouse è stato a dir poco emozionante, alcuni passaggi, come quello al KBIS Bridge o ai Joules Corners sono stati magistrali. La stickability al laghetto, e il sorriso finale ci hanno fatto venire i lacrimoni dalla gioia… Netto al debutto in cross a Badminton. Mica un Badminton qualsiasi, quello definito da tanti “as tough as ever”.

badminton_2017_stat

Ecco in questo video a 0:42 si vede il passaggio di Pietro e Mouse al KBIS Bridge:

 

Ma Pietro non si fa mancare nulla, vuole chiudere in bellezza, dopo aver recuperato 41 posizioni in cross. Mouse ci regala un bel netto anche in concorso, qualche penalità per il tempo ma il double clear a Badminton 2017 al debutto è una roba da brividi ancora adesso che lo sto scrivendo.

La gara ai vertici è stata un susseguirsi di colpi di scena. Dalle fermate in cross più inaspettate, ritiri e cadute dai papabili top ten… tutto pazzesco. I primi posti della classifica sono cambiati dopo ogni prova e alla fine Badminton 2017 lo ha vinto probabilmente il cavaliere che più si meritava questa vittoria: Andrew Nicholson che con Nereo ha condotto una gara impressionante e quasi perfetta. Alla sua 36° partecipazione finalmente raggiunge quel sogno che non ha mai svelato, dopo aver vinto tutto quello che c’era da vincere, finalmente anche Badminton è ora tra i suoi trofei.

Ci sarebbe da raccontare un piccolo aneddoto per ogni cavaliere, ma ci basta aver constatato nuovamente, se mai ce ne fosse bisogno che Michael Jun & Sam sono il binomio più stratosferico sulla faccia della terra, che Michy si è portato in cross Wilberry Wonder Pony, che Arianna è stata a dir poco sfortunata con la sua caduta al numero 2, che qualcuno ha terminato il percorso ed è caduto dopo l’ultimo salto, prima dell’arrivo, che Badminton bisogna viverlo, possibilmente dal vivo, ma anche a distanza è una “droga” che ti riempie le giornate.

Classifica

Highlights Andrew Nicholson & Nereo

SANDEI_BADMINTON

Pietro credici… è proprio il vostro nome quello tre caselle sotto Jung & Sam !

BADMINTON_2

Categorie:Badminton

Con tag:,,