Concorsi internazionali

Europei Young Rider: Francia sul tetto d’Europa, Italia di bronzo!


I transalpini conquistano due ori e un bronzo scavalcando il team tedesco. L’Italia torna sul podio dopo otto anni di silenzio

yrteamIl Centro Militare di Equitazione di Montelibretti ha celebrato il 39° campione d’europa young rider di completo. Si tratta della francese Marie Charlotte Fuss in sella a Sillas de la Nee (51,80), protagonista di una scalata vertiginosa dal 10° posto dopo il cross, alla medaglia d’oro continentale.

Accanto a lei, sul gradino d’argento, la tedesca Hella Meise con First Filght’s Beauty (53,70). La Meise, diciottesima dopo il dressage, ha recuperato 16 posizioni con un cross country ineccepibile e una prova di salto macchiata solo da 4 penalità.

Ancora Francia sul podio individuale: è Alexis Goury in sella a Trompe L’Oleil D’Emery (53,90). La sua scalata è importante: dal 21° posto dopo il dressage, al bronzo continentale.

L’Italia individuale è in 14ma piazza con Ludovica Manzoli (Pin Up de Mai – 66,10).

La Francia non si accontenta dell’oro individuale e conquista anche il metallo più prezioso con la squadra. Seconda fino a ieri, dietro alla Germania, ha lottato fino alla fine per salire sul tetto d’Europa, con 169,00 punti negativi.

YR-ind.jpegProtagonisti: Victor Burtin (Early Van Ter Nieuwbeke), Thais Meheust (Quamilha), Alexis Goury (Trompe L’Oleil D’Emery), Marie Charlotte Fuss (Sillas De La Nee). Con queste due medaglie salgono a 9 gli ori transalpini nel medagliere continentale young rider. Medagliere che li vede in terza posizione, alle spalle di Gran Bretagna (31) e Germania (23).

La squadra teutonica si tinge d’argento (177,90), mentre il bronzo parla italiano e porta il nome di Ludovica Manzoli (Pin Up de Mai), Luca Mezzaroba (Laomaco), Giulio Guglielmi (Mister Brightside), Fosco Girardi (Feldheger). Chef d’equipe Alberto Casolari, CT Andrea Mezzaroba.

L’Italia young rider totalizza 207,20 punti negativi. Numeri di valore se si pensa che è dal 2008 che l’Italia young rider non conquista una medaglia a squadre.

Pascal Forabosco, capo equipe della Francia: “Questo risultato viene dal grande impegno profuso durante tutto l’anno.  Desidero ringraziare la FISE e il Centro Militare di Equitazione per questo splendido evento”.

Alberto Casolari, capo equipe dell’Italia young rider: “Sono orgoglioso di questi ragazzi e anche degli altri otto individuali. Il completo azzurro è competitivo e oggi lo ha dimostrato”.

Andrea Mezzaroba, CT azzurro young rider: “Ci confrontiamo con nazioni che numericamente parlando sono più strutturate. Questa medaglia di bronzo porta il sacrificio di tutti, dei tecnici, degli atleti e delle loro famiglie”.

Vittorio Orlandi, Presidente FISE: “L’Italia dimostra ancora una volta di essere in grado di organizzare eventi importanti come questo. E di farlo bene. Per quanto riguarda i nostri azzurri, sono fiero di loro. L’Italia c’è e io prometto, se continuerò ad essere il Presidente di questa federazione, di sostenere il completo per vederlo vincere alle Olimpiadi 2020”.

Generale Francesco Caramia, presidente del Comitato Organizzatore: “E’ stata una sfida accogliere gli junior e gli young rider, per un doppio campionato d’Europa, ma vedere tutti questi giovani in azione ha ripagato il nostro duro lavoro. Spero che un giorno il Centro Militare di Equitazione possa candidarsi ancora per organizzare manifestazioni di alto livello”.

Classifica Camp Eur Young Riders: Scarica file

Classifica Camp Eur Young Riders Team: Scarica file